Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
65
Sei in: Calendario

Bunker Breda

Domenica 21 maggio alle ore 13.10 incontro con la guida in piazza Mercato a Paderno Dugnano - > visita-percorso "Bunker Breda"...

Dal 28-04-2017 al 21-05-2017

bunker breda

Bunker Breda

L'immagine di Milano dopo i raid aerei è questa: un "obitorio", una città "insudiciata di morte" (A. Savinio), distruzione e macerie ovunque, in centro, come in periferia. Nessun edificio, pubblico o privato che sia, uscì indenne dalla furia dei bombardamenti, alla fine della guerra i morti che si contarono a Milano furono tra i 1.200 e i 2.000.Neppure le fabbriche si salvarono. Le grandi industrie, che dalla fine dell'800 trascinarono l'economia di Milano, del territorio e dell'Italia unita tutta, furono obiettivi sensibili da colpire, da fiaccare. Non chiusero mai durante la guerra, la produzione venne in parte riconvertita alla produzione bellica di aerei, armamenti, radiotrasmittenti ... La sezione aeronautica delle Breda, sospettata di produrre componenti per i caccia Fw190 tedeschi, venne pesantemente bombardata nell'aprile del 1944. Racconteremo di quelle terribili giornate, ma anche della storia di questa grande fabbrica di Sesto San Giovanni, visitandone l'area dell'insediamento industriale, e scendendo nei bunker, o meglio nei rifugi antiaerei della V Sezione Aeronautica della Breda presenti in tutto il settore est del Parco Nord, sotto boschi e prati, dove operai, impiegati trovarono e scampo dalla furia dei bombardieri anglo-americani. Storia, memoria, testimonianze cariche di emozioni, ricordi che riaffiorano attraverso le immagini, le ricostruzioni, i materiali d'archivio di un passato non così lontano.


Visita-Percorso di circa 2 ore con Guida Professionale in esclusiva. Appuntamento domenica 21 maggio con ritrovo alle ore 13.10 in piazza Mercato a Paderno Dugnano.

Per informazioni contattare info@officinedellacultura.it oppure 335.7871940 (Fabrizio) - 348.2728096 (Donato). L'iniziativa è organizzata da Officine della Cultura a.p.s. con il patrocino della Città di Paderno Dugnano.