Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
108
22/01/2019

Tassa Rifiuti (TARI, TARES, TARSU)

ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2019

TARI

La TARI (la tassa sui rifiuti), viene calcolata su due distinte tipologie di utenze:
domestiche
(es. abitazioni e box);
non domestiche
(es. negozi, laboratori, uffici, …).

Per ciascuna tipologia di utenza la relativa tariffa dovrà garantire la copertura del 100% dei costi (come previsto dalla normativa nazionale) suddivisi in:
costi fissi
(relativi alla gestione del servizio);
costi variabili
(relativi alle quantità di rifiuti raccolti e smaltiti).

Per determinare la tariffa per le utenze domestiche, oltre ai metri quadrati viene considerata anche la composizione del nucleo familiare risultante agli atti dell’ufficio anagrafe del Comune alla data del 1 gennaio (qualsiasi variazione avvenuta dal 2 gennaio sarà valida solo dall’anno successivo).

Per i nuovi nuclei familiari, sorti dopo l’1 gennaio si considera il numero di componenti ad inizio dell’utenza.

Nel caso di soggetti residenti nel comune di Paderno Dugnano ma dimoranti altrove (es. anziani e disabili ricoverati in istituto, minori a seguito di provvedimento del Tribunale, lavoratori o studenti domiciliati fuori territorio comunale, …), la variazione del numero dei componenti deve essere richiesta dal contribuente entro il 30 giugno dell’anno successivo. Per non essere conteggiati ai fini del tributo, il periodo di assenza deve essere di almeno 9 mesi, anche non continuativi, purché nel medesimo anno solare. L’istanza deve essere adeguatamente motivata e rinnovata annualmente.

Per le utenze non domestiche sono previsti dei coefficienti potenziali di produzione di rifiuti, distinti per tipologia d’attività. I coefficienti sono determinati in base a dei parametri stabiliti dalla normativa nazionale.

Per entrambe le tipologie, al tributo così calcolato è stata aggiunta la quota provinciale (pari al 5% del tributo).

Per il pagamento della TARI il Comune invia un avviso di pagamento contenente i modelli F24 utilizzabili, senza costi aggiuntivi, presso tutti gli sportelli bancari e gli uffici postali. Gli importi totali sono arrotondati all’euro ai sensi di legge.

Si prega di verificare con attenzione la correttezza dei dati anagrafici e del codice fiscale contenuti nell’F24 e di segnalare prontamente eventuali errori; si raccomanda, inoltre, di verificare che in sede di versamento l’importo venga effettivamente imputato al codice catastale G220 (Paderno Dugnano) al fine di evitare errati versamenti.

Le rate hanno le seguenti scadenze:

1^ rata (0103) – scadenza 1 aprile

2^ rata (0203) – scadenza 1 luglio

3^ rata (0303) – scadenza 30 settembre

E’ possibile pagare in rata unica, entro il 16 giugno, utilizzando ESCLUSIVAMENTE i 3 modelli F24 ricevuti.

Secondo quanto previsto dal Regolamento il contribuente, qualora non abbia ricevuto alcun avviso di pagamento TARI, è tenuto, entro la data prevista per il pagamento in unica soluzione (30 giugno), ad informarsi presso l’Ufficio Tributi dell’ente al fine di verificare la propria posizione e le cause del mancato ricevimento.

 
Per maggiori informazioni: