Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
65

"Architettura pubblica e interni urbani" - Progetti per Paderno Dugnano

a cura di L. Crespi; 2003


Questo volume nasce dalla collaborazione tra l'Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano e la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano gestita dal preofessore dott. Luciano Crespi.

Nella prima parte del volume troviamo saggi che affrontano il problema della della progetazione di architetture e spazi pubblici da un punto di vista teorico.

Nella seconda vengono illustrate proposte elaborate da dieci gruppi di architetti, alcuni tecnici dell''Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano, all'nterno di un "laboratorio itinerante" svoltosi a Paderno setssa sotto la direzione di docent del Politecnico di Milano e dell'Università di Pavia. Questi progetti sviluppano un tema molto significativo quale il processo di riqualificazione e rinnovo urbano.

Infatti anche la città di Paderno Dugnano, come altre dell'area metropolitana milanese, deve affrontare i problemi della riconversione di grandi insediamenti produttivi dimessi o che hanno subito sostanziali modifiche nel corso degli ultimi anni.
Alcune di queste fabbriche sono tuttora attive, anche se i cicli produttivi, a decorrere dagli anni '70, hanno subito un sostanziale rinnovamento, altre fabbriche sono state totalmente dismesse, e per la riqualificazione urbanistica di detti ambiti non sono tuttora state elaborate soluzioni soddisfacenti.

Le aree prese in esame dallo studio del Politecnico, riportate nel volume, sono state:
- l'area dismessa dell'ex Lanificio Tilane, collocata in prossimità della stazione FNM di Paderno, nell'ambito che costituisce il centro del territorio comunale, sia sotto il profilo "geografico" che "logistico";
- il complesso delle attività produttive delle società ECOBAT e SITI-lndustrie, che derivano dalla ristrutturazione della ex fabbrica Tonolli;
- l'area di proprietà pubblica attorno alla stazione ferroviaria di Palazzo lo Milanese. Per tale ambito la variante generale del PRG ha previsto un piano particolareggiato che rielabora le funzioni territoriali in conseguenza della realizzazione del sottopasso veicolare alla linea ferroviaria FNM MI-Meda.

I progetti prodotti dal laboratorio hanno fornito un significativo apporto alle scelte introdotte dalla Variante generale perché ne hanno confermato la fattibilità e il necessario requisito di flessibilità, sono ora riassunti in questo volume, e saranno, nel limite della concreta fattibilità, un punto di riferimento costante per gli scenari che si apriranno nel futuro della nostra città, che vogliamo sempre più valorizzata da progetti di qualità.
Una città più bella è una città più accogliente
, più solidale, più a dimensione umana, che non perde la propria memoria.


Il volume può essere richiesto all'Ufficio Economato del Comune e viene dato al costo di 12 Euro.