Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
65
Sei in: Appuntamenti

Dogville

Dal 19 novembre al 30 marzo Fondazione Cineteca Italiana, Teatro Menotti Milano e l'Amministrazione Comunale presentano la stagione teatrale DOGVILLE...

dogville

DOGVILLE - STARTUP DI CINEMA E TEATRO

dal 19 novembre al 30 marzo | ore 21.00 | Area Metropolis 2.0 | via Oslavia, 8

Fondazione Cineteca Italiana, Teatro Menotti e Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano tengono a battesimo la stagione teatrale DOGVILLE, realizzata grazie al contributo di Fondazione Cariplo - Bando Cultura Sostenibile, che ha premiato il progetto presentato da Fondazione Cineteca Italiana e Teatro Menotti di Milano per offrire ad Area Metropolis 2.0 una stagione teatrale di alto livello da gustare insieme alla consueta offerta filmica. Il progetto, triennale, prevede per le prossime stagioni una sempre maggior integrazione di offerta teatrale e cinematografica, con la realizzazione di una piattaforma per la vendita online integrata di cinema e teatro, laboratori ed eventi speciali.

Per la stagione 2018-2019, il progetto Dogville – omaggio all’omonimo film di Lars Von Trier in cui il regista rinuncia alla verosimiglianza del cinema e abbraccia l’essenza del teatro per raccontare la vita – porterà sul palcoscenico di Area Metropolis 2.0 sette spettacoli. Il debutto è previsto il 19 novembre con lo storico spettacolo di Dario Fo e Franca Rame Tutta casa, letto e chiesa con la giovane e affermata attrice Valentina Lodovini. Seguiranno: il 10 dicembre 1927 – Monologo quantistico di e con la fisica e scrittrice Gabriella Greison che racconta, con foto, musica e video, i fatti più sconvolgenti, misteriosi, divertenti, umani che hanno fatto nascere la Fisica Quantistica, partendo dalla famosa foto, datata 1927, in cui sono ritratti in posa 29 uomini, quasi tutti fisici, di cui 17 erano o sarebbero diventati Premi Nobel. Il 28 gennaio in scena Trainspotting di Sandro Mabellini, tratto dal romanzo di Irvine Welsh, alla base anche del celeberrimo omonimo film, manifesto maledetto di un’intera generazione. Il 5 febbraio appuntamento con il teatro greco classico di Aristofane: Gli uccelli, per la regia di Emilio Russo. In scena una compagnia di giovani interpreti tra parole, musica e canto in uno spettacolo che restituisce la forza comica e le emozioni della straordinaria e controversa opera del grande poeta ateniese. A metà febbraio il pluripremiato  Sulla morte senza esagerare di Riccardo Pippa: maschere contemporanee di cartapesta, figure familiari raccontano, senza parole, i loro ultimi istanti, le occasioni mancate, gli addii; raccontano storie semplici con ironia, per parlare della morte, sempre senza esagerare! Nel mese di marzo in scena due imperdibili appuntamenti:Il mistero buffo di Dario Fo e Franca Rame al femminile, interpretato da un’attrice di grazia e spessore come Lucia Vasini, considerata, a ragione, una delle eredi naturali della storia teatrale di comicità, narrazione e impegno civile, il 19 marzo. Il 30 marzo in scena, con Lo Stato Sociale,Il giardino dei ciliegi -Trent’anni di felicità in comodato d’uso con la regia di Nicola Borghesi con Annalisa e Giuliano Bianchi, Paola Aiello, Nicola Borghesi, Lodovico Guenzi: una riflessione su che cosa significhi perdere un luogo dell’anima per ragioni economiche. 


Biglietti e abbonamenti in vendita alla cassa di Area Metropolis 2.0 e on line su www.cinetecamilano.it

Per maggiori informazioni clicca qui