Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
108
11/12/2020

Misure di limitazione per migliorare la qualità dell'aria

ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2021

NEWS: a fronte della situazione emergenziale da COVID-19, lo scorso 8 gennaio Regione Lombardia ha emanato un'ordinanza (la n. 675) con cui è stata disposta la sospensione delle limitazioni permanenti alla circolazione relativamente ai soli veicoli Euro 4 diesel. Dall'11 gennaio 2021 rimangono in vigore le altre le limitazioni previste. Per maggiori dettagli sulle limitazioni attive consultare www.aria.regione.lombardia.it


QUALITA' DELL'ARIA, LE LIMITAZIONI IN VIGORE DALL'11 GENNAIO 2021

A partire dall'11 gennaio 2021, i veicoli diesel Euro 4 senza filtro antiparticolato (FAP) non possono circolare nel semestre invernale dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30,nel nostro Comune così come in tutti gli altri Comuni rientranti in Fascia 1 e nei 5 Comuni di Fascia 2 con popolazione superiore ai 30.000 abitanti identificati da Regione Lombardia.

E' una delle misure di limitazione per migliorare la qualità dell'aria approvate dalla Giunta regionale che ha previsto l'estensione delle limitazioni tutto l'anno, dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, per i diesel fino a Euro 3, e i veicoli a benzina fino a Euro 1.

Le infografiche che pubblichiamo in questa pagina spiegano in modo schematico i provvedimenti che entreranno in vigore dal prossimo 11 gennaio ma si evidenzia che la Giunta Regionale (delibera n. 3823 del 9 novembre 2020), considerata l'emergenza Covid-19, ha disposto la sospensione dell'applicazione delle misure temporanee di primo e di secondo livello relative al settore della mobilità privata nel caso in cui Regione Lombardia risulti collocata nello "scenario di tipo 3" (cosiddetta zona arancione) o nello "scenario di tipo 4" (cosiddetta zona rossa).

Rimane confermata, invece, l'applicazione delle altre misure temporanee relative al riscaldamento domestico, al divieto di spandimento liquami zootecnici e al divieto di combustioni all'aperto.

Si ricorda che i Comuni non possono rilasciare ulteriori deroghe alle limitazioni alla circolazione rispetto a quanto disposto a livello regionale.


Dal 1 ottobre 2019 le misure permanenti previste dall’aggiornamento del Piano Regionale degli Interventi per la qualità dell’Aria (PRIA) che il Comune di Paderno Dugnano ha recepito prevedendo anche due livelli di provvedimenti temporanei da attuare al verificarsi del superamento continuativo del limite giornaliero di PM10 per più di 4 giorni (1^ livello) e per più di 10 giorni (2^ livello).

Stop alla circolazione per tutto l’anno, dal lunedì al venerdì nella fascia oraria compresa tra le 7.30 e le 19.30, per gli autoveicoli Benzina Euro 0, Diesel Euro 0,1 e 2 e 3. I proprietari di questi veicoli hanno la possibilità di chiedere una deroga chilometrica monitorabile in base all’uso effettivo del veicolo e allo stile di guida aderendo al progetto Move-In di Regione Lombardia (per info e approfondimenti clicca qui).

Divieto totale (tutto l’anno, 24 ore su 24) per i motocicli e i ciclomotori due tempi Euro 0, mentre per gli Euro 1 il blocco scatta dall’1 ottobre di ogni anno al 31 marzo dell’anno successivo, dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30.

Il fermo della circolazione si applica all’intera rete stradale ricadente nel territorio del Comune di Paderno Dugnano, con l’esclusione del tratto autostradale A52 tangenziale Nord, della SP46 Rho-Monza, della SP ex SS35 dei Giovi MI-Meda, dell’asse stradale della Comasina (Castelletto-Reali-S.S. 35 dei Giovi), dell’asse stradale Da Vinci-Repubblica-Santi, di via Erba.

L’ordinanza richiama anche le limitazioni permanenti per generatori di calore a biomassa legnosa (stufe e caminetti):

  • per gli impianti esistenti, dal1 ottobre 2018 è vietato l’utilizzo di generatori di classe ambientale 0 e 1 stella;

  • per nuovi impianti, dal1 ottobre 2018 è vietata l'installazione di generatori di classe inferiore a 3 stelle;

  • per tutti generatori di calore per il riscaldamento domestico di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, dal 1 ottobre 2018 è obbligatorio l'utilizzo di pellets certificati di classe A1;

  • per gli impianti esistenti,dal 1 gennaio 2020 è vietato l’utilizzo di generatori di classe ambientale anche 2 stelle;  

  • per nuovi impianti, dal1 ottobre 2020 è vietatal'installazione di generatori di classe inferiore a 4 stelle.      

 
Per ulteriori informazioni
Slides da scaricare: