Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
108
23/12/2020

Parco dell'Acqua a Calderara

informazione e condivisione

parco dell'acqua

ultimo aggiornamento: 23 dicembre 2020

L'ipotesi di realizzare un Parco dell'Acqua a Calderara è un progetto che prende origine dal Contratto di Fiume Seveso sottoscritto nel dicembre 2006 e che prevedeva, tra le tante azioni, il masterplan paesaggistico ambientale della Valle del Seveso con un progetto pilota su Paderno Dugnano denominato Seveso River Park.

L'obiettivo di fondo è la creazione di un parco fluviale anche attraverso il recupero dal punto di vista paesaggistico degli spazi aperti collocati lungo la sua valle al fine di realizzare una rete interconnessa di aree verdi che possano offrire nuove possibilità fruitive agli abitanti e al contempo contribuire a gestire le acque meteoriche tramite sistemi di drenaggio sostenibile, stoccaggio e fitodepurazione, consentendo di migliorare la qualità delle acque e mitigare il rischio di esondazione del fiume.

Cap Holding ha previsto questo progetto nel piano degli investimenti 2017-2021 (approvato nel 2017 dall'ATO di Città Metropolitana di Milano) destinando uno stanziamento di 4 milioni e 500mila euro, a cui si sommano i 2 milioni e 700mila euro di finanziamenti regionali.

All'interno del Documento Semplificato del Rischio Idraulico, approvato dal Consiglio Comunale di Paderno Dugnano il 15/09/2020, è stata inserita la localizzazione indicativa del "Fitoparco di Paderno Dugnano" nel quadrante sud-orientale del territorio comunale, all'interno del quartiere di Calderara. Considerata l'incidenza dell'opera, sarà il Consiglio Comunale, dopo un percorso di partecipazione con la cittadinanza, ad esprimersi sui contenuti di dettaglio del progetto che dovranno garantire modalità di trattamento delle acque tali da assicurare una piena qualità ambientale dell'intervento.

Lo scorso 21 ottobre, causa emergenza Covid-19, si è tenuta una videoconferenza trasmessa in diretta sul canale YouTube istituzionale (e sempre visibile a questo link) dando spazio a tecnici ed esperti di invarianza idraulica e fitodepurazione che hanno illustrato l'idea progettuale per Calderara, portando esempi di parchi già realizzati con le stesse finalità paesaggistiche e ambientali e dando specifiche informazioni sul processo di fitodepurazione (in fondo a questa pagina è possibile trovare i contributi degli esperti).

Adesso il percorso partecipativo e di co-progettazione definito dalla Giunta (vedi delibera n. 162 del 10 dicembre 2020 e documento di partecipazione) coinvolge soprattutto i cittadini in più fasi.

Dicci la tua

Dopo aver consultato i documenti e il video nella sezione dedicata, ogni cittadino potrà esprimere la propria opinione, dare suggerimenti o porre quesiti inviando:

Tutti i contributi saranno presi in considerazione e analizzati.

Partecipazione

Compilando il questionario che trovate qui (scaricabile anche dal pdf a fondo pagina) si potranno esprimere le preferenze sugli aspetti paesaggistici.

Chi lo vorrà, attraverso lo stesso questionario, potrà anche comunicare la propria disponibilità a partecipare alla fase di co-progettazione indicando il Gruppo di Opinione a cui desidera aderire.
Il questionario compilato potrà essere restituito via mail all'indirizzo parcocalderara@comune.paderno-dugnano.mi.it oppure imbucato nell'apposito contenitore disponibile:

  • all'ingresso del Comune in via Grandi 15

  • nelle Farmacie Comunali

  • nei negozi di Calderara che esporranno una locandina dedicata

  • in altri luoghi che prossimamente saranno indicati in questo spazio.

La raccolta dei questionari si concluderà il 31/01/2021.

Co-progettazione

Dai primi giorni di febbraio 2021, i Gruppi di Opinione saranno convocati (anche a distanza) per confrontarsi sui seguenti temi:

  • qualità del verde

  • servizi per la fruibilità del parco

  • mobilità

In questa pagina pubblicheremo i resoconti degli incontri e le infografiche riepilogative di quanto emerso che saranno oggetto di studio e valutazione da parte dei tecnici che saranno chiamati a definire il progetto con i contributi dei cittadini e presentarlo in un'assemblea pubblica.

Cosa ne pensi? Dicci la tua!