Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
  • Calendario
    Vai al mese precedente Agosto 2019 Vai al mese sucessivo
    D L M M G V S
     
            01 02 03
    04 05 06 07 08 09 10
    11 12 13 14 15 16 17
    18 19 20 21 22 23 24
    25 26 27 28 29 30 31
     
     
65

Mediazione e Intercultura

bambini

ultimo aggiornamento: 11 marzo 2019

Più di cinquecento sono gli alunni di nazionalità straniera inseriti nelle scuole di Paderno Dugnano, dietro questo dato – che che nell'ultimo quinquennio ha avuto un incremento pari al 56% – ci sono viaggi, storie, progetti, condizioni di vita differenti. Ci sono bambini e ragazzi "reali", che hanno lingue, appartenenze, riferimenti culturali e religiosi diversi e che vivono accanto ai compagni italiani impegnati nel comune compito di crescere e di apprendere.
La Scuola e i Servizi Educativi sono oggi il terreno privilegiato dell'incontro e dello scambio tra infanzie e adolescenze; rappresentano dei veri e propri "laboratori interculturali" nei quali promuovere la volontà e la capacità di accoglienza e di integrazione.

Se fino a qualche anno fa erano ancora poche le scuole che avevano una presenza di alunni stranieri significativa, oggi è al contrario raro trovare una struttura scolastica che sia ancora monoculturale.

E qui, come in altre città,  sorgono domande e interrogativi ai quali gli insegnanti, gli operatori, i dirigenti scolastici cercano di dare risposta.

  • Come accogliere in maniera positiva senza svalorizzare le appartenenze e i riferimenti culturali "altri"? Come insegnare l'italiano considerato come una seconda lingua, ad un tempo lingua del gioco e dello studio?
  • Come organizzare dentro la scuola dispositivi e risorse flessibili che possano dare risposta ai nuovi bisogni didattici?
  • Come comunicare con i genitori immigrati per presentare loro la scuola italiana, accogliendo anche le loro aspettative e progetti?

Alla luce di questo fenomeno, anche il Comune di Paderno Dugnano, già a partire dall'anno scolastico 2003/2004, ha attuato nelle Scuole del territorio diversi progetti di Mediazione Linguistico Culturale finalizzati a rispondere ai bisogni emergenti legati all’integrazione multiculturale.

IL MEDIATORE LINGUISTICO CULTURALE

Chi è il mediatore linguistico culturale?
Il mediatore linguistico e culturale in ambito scolastico, una figura professionale che, attraverso la relazione, sia con il proprio mondo di origine, sia con il mondo in cui è approdata, riesce a fare da ponte fra l'’allievo immigrato e il mondo della scuola, del quale quest'ultimo viene a far parte

Cosa deve sapere il mediatore?
La formazione del "mediatore – ponte" dovrà esplicitarsi in tre ambiti: linguistico, culturale e relazionale.

L'ambito linguistico fornisce il supporto per agevolare la comunicazione, e pertanto la relazione, all'interno del gruppo – classe e con l'insegnante, durante la prima fase dell'accoglienza e dell'inserimento, la comprensione dei percorsi didattici proposti dai docenti, la comprensione dei linguaggi disciplinari, il consolidamento degli apprendimenti.
Per l'ambito culturale il mediatore, inteso proprio come "colui che sta in mezzo" non potrà essere un semplice membro della propria cultura o un interprete pedissequo della cultura ospitante, nel qual caso non metterebbe in atto alcun tipo di interazione tra una sponda e l'altra, ma dovrà rappresentare il terzo elemento che permette il dialogo, facilitando la relativizzazione delle posizioni, e, dunque, l'ambito relazionale.
Troppo spesso si fa l'errore di pensare alla cultura come ad una identità fissa e statica, data una volta per tutte, mentre in essa prevalgono l'aspetto dinamico, i continui mutamenti ed interazioni che danno origine al fenomeno del meticciato, vero protagonista della storia. Un esempio potrebbe essere quello della scelta, e pertanto del rispetto, di alcune regole condivise se ad imporle non sarà stata unilateralmente la cultura ospitante, ma la mediazione e la negoziazione fra istanze culturali diverse in un contesto laico qual è quello della scuola italiana.

Il mediatore può insegnare l'Italiano?
Il mediatore non è un alfabetizzatore, né può, in nessun caso, sostituire l'insegnante nel suo compito, primario e istituzionale di insegnare l'italiano come L2; può, però, essere un valido supporto, lavorando insieme con l'insegnante a tale scopo.
Il mediatore linguistico e culturale deve conoscere il sistema scolastico dell'Italia e del proprio Paese e offrirgli gli strumenti per lavorare in accordo e collaborazione con i singoli docenti, ma anche con il Consiglio di Classe e con il Collegio dei Docenti, da cui sarà ufficialmente riconosciuto, perché è la scuola nel suo complesso che si deve far carico del processo educativo interculturale.

In Sintesi

  • accoglie i neo - arrivati
  • sostiene la prima fase di inserimento e fornisce un adeguato supporto linguistico rispetto a (traduzione e comprensione dei curriculum scolastici svolti nei Paesi d’origine - comprensione dei programmi della scuola italiana da parte degli studenti immigrati e delle loro famiglie - comprensione dei linguaggi disciplinari)
  • stabilisce delle relazioni tra scuola e famiglia facilitando il dialogo e i rapporti, da un punto di vista linguistico-culturale, fra le famiglie degli studenti immigrati e i docenti
  • traduce avvisi, messaggi, documenti
  • valorizza la lingua e la cultura d'origine
  • rileva le competenze e raccoglie la storia, personale e scolastica degli alunni immigrati
  • informa gli insegnanti e fornisce loro un adeguato supporto per quanto riguarda l'accoglienza e l'inserimento di studenti provenienti da culture "altre"
  • rinforza la conoscenza della lingua di origine L1
  • collabora all'insegnamento dell'italiano L2
  • collabora a progetti di educazione interculturale.

NUOVE NORME PER IL TEST DI LINGUA ITALIANA PER IL PERMESSO DI SOGGIORNO CE PER LUNGO PERIODO (ex carta di soggiorno)

 

Per info: Servizi Educativi 02.91004.305 oppure scrivi all'ufficio

 
facciamo la cosa giusta

FACCIAMO LA COSA GIUSTA

Rassegna cinematografica a cura della Rete Intercultura delle scuole di Paderno Dugnano

Area Metropolis 2.0 - via Oslavia, 8

Le iniziative della Rete Intercultura intendono valorizzare la presenza delle diverse culture nel nostro Paese e sul nostro territorio, per sviluppare le competenze necessarie al dialogo interculturale, in funzione di prevenzione della discriminazione e delle dinamiche di esclusione.


 

DATE e ORARI delle proiezioni sono CONCORDATI con le Scuole - ingresso euro 3,50

FILM PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA e SCUOLA PRIMARIA

SMALLFOOT IL MIO AMICO DELLE NEVI

Usa, 2018, 108'

DRAGON TRAINER. IL MONDO NASCOSTO

Usa, 2019, 104'

HOTEL TRANSILVANIA 3

Usa, 2018, 97'

FILM PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO:

GREEN BOOK

Usa, 2018, 130'

I RACCONTI DI PARVANA

Canada, Irlanda, 2017

NON CI RESTA CHE VINCERE

Spagna, Messico, 124'

IL MAESTRO DI VIOLINO

Brasile, 2015 (uscito in Italia nel 2018), 102'

FILM PER LA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO:

in inglese

A QUIET PASSION

Usa, 2016, 126'. Versione sottotitoli inglesi

DO YOU TRUST THIS COMPUTER?

Usa, 2018, 78'. Versione sottotitoli inglesi

in spagnolo

CAMPEONES

Spagna, Messico, 124'. Versione sottotitoli spagnoli

in francese

LE BRIO

Francia, 2017, 95'. Versione sottotitoli frnacese

in tedesco

WILLKOMMEN BEI DEN HARTMANNS

Germania, 2017, 116'. Versione sottitoli tedeschi

FILM PER TUTTI

Biglietto intero euro 5,50 - euro 3,50 biglietto ridotto under 14

mercoledì 27 marzo | ore 21.00

BLACKkKLANSMAN

Usa, 2018, 128'

mercoledì 3 aprile | ore 21.00

DUE PICCOLI ITALIANI

Italia, 2018, 94'

mercoledì 10 aprile | ore 21.00

IL PROFESSORE CAMBIA SCUOLA

Francia, 2018, 106'

Da scaricare:

il pieghevole con il programma completo

La locandina


ARCHIVIO INIZIATIVE / EVENTI:

  • Ma che bella differenza! rassegna cine-teatrale
  • Calenda-Ricette 2012
    Un'iniziativa delle scuole di Paderno Dugnano unite per l'intercultura.Dopo il successo del Calendamondo, la Rete Intercultura delle scuole di Paderno Dugnano, con il patrocinio e la collaborazione dell'Assessorato alle Politiche Scolastiche, ha "impastato e sfornato" il Calenda-Ricette 2012.
    Il calendario-ricettario, che illustra alcune tra le ricette più rappresentative delle principali comunità linguistico-culturali presenti sul territorio, è frutto della collaborazione dei genitori di studenti di provenienza non italiana, che si sono resi disponibili per cucinare insieme. Senza tralasciare le leccornie della tradizione nostrana.
    Le iniziative che lo hanno ispirato, feste, laboratori, occasioni didattiche ed extradidattiche, sono caratterizzate da un filo comune: la curiosità verso le diverse culture, il rispetto per l'altro, la consapevolezza della ricchezza di ogni patrimonio culturale, valori su cui si fonda la convivenza civile.
    Il Calenda-Ricette è diffuso a offerta libera in ogni scuola del territorio di Paderno Dugnano: I circolo, sms Allende-Croci, IC Gramsci, IC Paderno, IISS C.E.Gadda, attraverso gli insegnanti e i comitati genitori.
    Obiettivo del Calendaricette, come delle altre iniziative della Rete Intercultura, realizzate grazie all'impegno degli insegnanti, all'entusiasmo di bambini e ragazzi, al sostegno degli sponsor e alla sensibilità dell'istituzione comunale, è la diffusione di una visione positiva della realtà multiculturale che caratterizza anche il nostro Comune. Il denaro ricavato servirà a finanziare altre occasioni di incontro e di dialogo tra le culture, nella convinzione che la multiculturalità sia una risorsa per tutti.
  • Tutti per uno rassegna cine-teatrale
  • Il sole dentro rassegna cine-teatrale
  • Vado a scuola rassegna cine-teatrale
  • Noi stiamo con la sposa rassegna cine-teatrale
  • Je suis Malala rassegna cine-teatrale
  • Dare voci ai sogni rassegna cine-teatrale
  • Benvenuti a casa mia rassegna cine- teatrale

     

 
Link utili