Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
108

Servizi di Formazione dell'Autonomia & Centri Socio-Educativi


ultimo aggiornamento: 18 febbraio 2020

Il Servizio di formazione per l'autonomia offre alle persone con disabilità  un contesto socializzante volto a favorire il recupero delle abilità decisionali e personali della persona per orientare il soggetto  a scelte di vita adeguate alla propria situazione personale.

La finalità non è solo di tipo assistenziale, educativa di apprendimento, ma di tipo pedagogico ampio dove tutti i bisogni della persona con disabilità vengano affrontati a partire dalla rete relazionale e sociale per favorirne una maggiore integrazione.

Il Centro Socio Educativo è un servizio diurno per persone con disabilità, funzionante 230 giorni l'anno, la cui fragilità non è così marcata da configurarli quali interlocutori di servizi socio sanitari (CDD). Il progetto personalizzato ha quindi come finalità prioritaria la gestione di una struttura formativa-integrativa rivolta a soggetti disabili che possiedono "discrete capacità relazionali, comunicative ed adattive", che per il loro quadro organico e/o psichico non possono essere collocati in ambiti lavorativi, ma per le quali è ipotizzabile un progetto di recupero e sviluppo di capacità personali, quali l'autonomia ed i prerequisiti di base per un adattamento alla propria realtà sociale.
Il servizio si pone come obiettivo lo "sviluppo della capacità di autodeterminazione della persona disabile, relativamente alla propria esistenza, realizzato mediante un processo di apprendimento e crescita" garantito da interventi socio-educativi o socio-animativi sono finalizzati all'autonomia personale, alla socializzazione, al mantenimento del livello culturale.
L'accesso è consentito a persone con un'età, di norma, superiore a 18 anni.

Per l'attivazione dell'inserimento del giovane disabile allo SFA e/o al CSE  è necessario rivolgersi all'Assistente Sociale di zona del Servizio Sociale Area fragilità e Inclusione sociale. E’ prevista una quota di compartecipazione in base al valore Isee socio-sanitario del solo beneficiario.