Logo stampa
 - Home Page
 
 
  • RSS
 
 
 
 
 
65
11/11/2016

Iniziative a sostegno di famiglie con morosità incolpevole (D.G.R. 5644 del 3 ottobre 2016 e D.G.R. 7464 del 4 dicembre 2017)

Proroga dal 14 gennaio al 18 dicembre 2019 salvo esaurimento fondi...

misura 2

ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2019

Iniziative a sostegno di famiglie con morosità
D.G.R. 5644 del 3 ottobre 2016 e D.G.R. 7464 del 4 dicembre 2017 e D.G.R. 602 del 1 ottobre 2018

Con D.G.R. 602 del 1 ottobre 2018 Regione Lombardia proroga le iniziative a sostegno di famiglie con morosità incolpevole della DGR n. 5644/2016 e della D.G.R. 7464 del 4 dicembre 2017  alla data del 18 dicembre 2019.

L'Amministrazione Comunale con determinazione dirigenziale n. 970 del 11 dicembre 2018 riapre il bando già svolto con determinazione n. 348 del 16 aprile 2018 finalizzata al sostegno degli inquilini titolari di contratti sul libero mercato o in alloggi di proprietà del Comune o Aler a canone moderato, che si trovano in condizioni di morosità incolpevole e sono soggetti a provvedimenti di sfratto con citazione.

Per morosità incolpevole si intende la perdita o consistente riduzione della capacità reddituale che può essere riconducibile ad una delle seguenti cause:
a) licenziamento
b) mobilità
c) cassa integrazione
d) mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici
e) accordi aziendali e sindacali con riduzione dell’orario di lavoro
f) cessazione di attività professionale o di impresa
g) malattia grave
h) infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato la riduzione del reddito
i) ogni altro evento che ha comportato una riduzione di reddito o, a parità di reddito, perdita di capacità economica della famiglia

La consistente riduzione di reddito, riconducibile alle cause di cui sopra, è verificata direttamente dal Comune secondo parametri previsti nell’avviso pubblico.

I richiedenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • residenza nel Comune di Paderno Dugnano

  • presenza di una situazione di morosità incolpevole determinata da una consistente riduzione di reddito, sopravvenuta successivamente alla stipula/rinnovo del contratto di locazione, tale per cui il rapporto canone/reddito raggiunga un’incidenza superiore al 30%, ai sensi delle linee guida  regionali

  • I.S.E. (Indicatore della Situazione Economica) non superiore ad euro 35.000 o I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore ad euro 26.000

  • essere destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida

  • essere titolari di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9) e risiedere nell’alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno

  • cittadinanza attiva, di un paese dell’UE, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE, possedere un  regolare titolo di soggiorno

  • non essere titolari (nè il richiedente nè alcun componente del nucleo familiare) di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione nella provincia di residenza di altro immobile fruibile ed adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare

I Comuni determinano ed erogano agli aventi diritto un contributo in relazione all’entità della morosità incolpevole accertata nel proprio territorio e tenuto conto delle risorse finanziarie attribuite dalla Regione. L’importo del contributo concedibile per sanare la morosità incolpevole non può superare l’importo di euro 12.000,00.

Il controllo dei requisiti è in capo al Comune.

LE DOMANDE POSSONO ESSERE PRESENTATE DAL 14 GENNAIO AL 18 DICEMBRE 2019 SALVO ESAURIMENTO FONDI

Riconoscimento del contributo

L'eventuale erogazione del contributo avverrà a seguito di specifica istruttoria della domanda da parte del Comune di Paderno Dugnano in relazione alla concreta destinazione del contributo in essa dichiarata, e comunque sino ad esaurimento delle risorse disponibili. La dichiarazione di destinazione del contributo indicata nella domanda non è da considerarsi vincolante e potrà essere modificata in sede di erogazione del contributo in relazione alle differenti soluzioni individuate dagli interessati per risolvere la propria condizione abitativa, in collaborazione con l'Agenzia Sociale per l'Abitare C.A.S.A.. Tutti i contributi, come previsto nel bando allegato,verranno erogati dall' Agenzia Sociale per l'Abitare C.A.S.A. dell'Azienda Speciale Consortile "Comuni Insieme per lo Sviluppo Sociale". La sottoscrizione della domanda implica il consenso al trattamento dei dati personali di cui al D.Lgs. 196/2003.

PER INFO MODULISTICA:

Ufficio Interventi Sociali telefono 0291004.428/429/257
da lunedì a venerdì dalle ore 8.15 alle ore 12.15
lunedì, martedì e giovedì dalle ore 16.45 alle ore 17.45

Per l'assistenza alla compilazione e alla consegna della domanda l'Ufficio Interventi Sociali è disponibile nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.15 alle ore 12.15

Ufficio Relazioni con il Pubblico numero verde 800.140558 (solo da telefono fisso) da lunedì a sabato dalle ore 8.15 alle ore 12.15
lunedì, martedì e giovedì dalle ore 16.45 alle ore 17.45

 
Per maggiori informazioni: