Aprire un’agenzia d’affari

Per agenzia d’affari si intende un’impresa organizzata che si offre come intermediaria nella gestione o trattazione di affari altrui, prestando la propria opera a chiunque ne faccia richiesta.

Rientrano tra le agenzie d’affari, di competenza del Comune, le seguenti attività:

per il disbrigo delle pratiche amministrative per conto terzi;

per il disbrigo delle pratiche infortunistiche per conto terzi;

per l’intermediazione nella vendita di beni, nuovi/usati per conto terzi;

per la sola esposizione, anche senza vendita, di beni nuovi / usati, per conto terzi;

per l’intermediazione nell’acquisizione di spazi pubblicitari per conto terzi;

per l’intermediazione nella trattazione di affari altrui nel settore delle spedizioni e dei trasporti, senza utilizzo di mezzi e autoveicoli propri;

per l’intermediazione nella trattazione di affari altrui ai fini della prestazione del servizio di prevendita di biglietti per spettacoli o eventi;

per l’intermediazione nella trattazione di affari altrui nel settore delle esposizioni, mostre, fiere campionarie.

Altre tipologie di Agenzie d’affari sono sottoposte al controllo di altri Enti (Questura, ISVAP, Camera di Commercio).

Per aprire un’agenzia d’affari è necessario presentare una dichiarazione di inizio attività utilizzando l’apposito modulo compilabile  online attraverso il sistema camerale delle Camere di Commercio http://www.impresainungiorno.gov.it/route/suap?codComune=G220.

Alla dichiarazione vanno allegati:

  • Fotocopia di un valido documento di identità del denunciante
  • (In caso di nomina di rappresentante) Dichiarazione di accettazione del rappresentante, accompagnata dalla fotocopia di un valido documento di identità del rappresentante
  • (Nel caso in cui la superficie totale dell’esercizio superi i 400 mq. oppure nel caso di autosalone con più di 30 autoveicoli, ovvero più di 9 autoveicoli se all’autosalone è annessa un’officina) Copia del certificato di prevenzione Incendi
  • Tabella delle operazioni che verranno svolte, con indicazione delle relative tariffe applicate (in duplice copia, di cui una in bollo da € 16,00 )
  • Planimetria dei locali con destinazione d’uso conforme all’utilizzo – estremi del certificato di agibilità
  • (Nei casi residuali in cui l’attività sia svolta avvalendosi di locali posti all’interno di un’abitazione) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta ai sensi dell’art.47 del D.P.R. n° 445/2000, nella quale l’interessato dichiara:
  • l’esistenza di una separazione effettiva tra l’abitazione ed i locali della stessa unità immobiliare dedicati all’esercizio dell’attività e che negli stessi non si svolgono più attività;
  • il proprio immediato consenso a sottoporsi alle prescrizioni previste dall’art.16 del T.U.L.P.S., che recita: “Gli ufficiali ed agenti della pubblica sicurezza hanno facoltà di accedere in qualunque ora nei locali destinati all’esercizio di attività soggette ad autorizzazioni di Polizia e di assicurarsi dell’adempimento delle prescrizioni imposte dalla legge, dai regolamenti o dall’autorità”.
  • che lo svolgimento dell’attività non contrasta con eventuali regolamenti condominiali;
  • Deposito cauzionale di € 5.000,00.=, costituito secondo la seguente modalità:
  • mediante fideiussione bancaria rilasciata da Istituto di Credito a favore del Comune di Paderno Dugnano, nella quale risulti espressamente la possibilità di rinnovo tacito del contratto fino a dichiarazione liberatoria scritta del Comune di Paderno Dugnano.
  • mediante polizza assicurativa rilasciata da Impresa di Assicurazioni regolarmente autorizzata ad operare, a favore del Comune di Paderno Dugnano, nella quale risulti espressamente la possibilità di rinnovo tacito del contratto fino a dichiarazione liberatoria scritta del Comune di Paderno Dugnano
  • versamento dell’importo equivalente in denaro contante/ con assegno circolare non trasferibile intestato al Comune di Paderno Dugnano/ con libretto al portatore non vincolato emesso da Agenzia Bancaria di Paderno Dugnano

Entro i successivi 60 giorni dall’avvenuta presentazione della DIA il SUAP emetterà provvedimento previo accertamento dei requisiti di sorvegli abilità previsti dal regolamento di esecuzione del TULPS ed accertamenti circa i requisiti soggettivi.

attestazione di versamento, della somma di € 53,50.= , dovuti a titolo di corrispettivi per spese istruttorie da effettuarsi con una delle seguenti modalità:
•su bollettino di C/C postale n. 47853205;
•a mezzo bonifico su conto corrente Banco Posta – codice IBAN: IBAN IT68 J076 0101 6000
0004 7853 205;
•a mezzo bonifico bancario Banca Popolare di Milano – filale Paderno Dugnano – codice
IBAN: IT 13 D 05584 33520 000000017200;
intestandolo a “Comune di Paderno Dugnano” e con causale “Corrispettivi Sportello Unico Attività Produttive”.

Il versamento delle somme dovute potrà essere effettuato anche on-line a mezzo il sito Internet del Comune, tramite il seguente percorso: Servizi comunali – Pagamenti on line – accedendo al Servizio “Pagamento Libero”, ove la Società in indirizzo, compilando i campi richiesti, potrà procedere al pagamento.

Struttura: Settore Affari generali – SUAP

Referente: Daniela Piffaretti

Telefono: 02. 91004318

Fax:02. 91004 406

E-mail: suap@comune.paderno-dugnano.mi.it

Orari: dal lunedì al venerdì: 8.15 – 12.30

Ente :
Comune di Paderno Dugnano
Sportello :
Ufficio Commercio e attivita’ economiche
Procedimento :
Aprire un’agenzia d’affari
Prodotto :

Aprire un’agenzia d’affari

Termini di conclusione del procedimento (decorrenti dalla ricezione da parte del protocollo dell’Ente, che sarà oggetto di specifica comunicazione da parte dell’ufficio) :
60gg.

DPR 28 maggio 2001, n. 311 Regolamento per la semplificazione dei procedimenti relativi ad autorizzazioni per lo svolgimento di attivita’ disciplinate dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza nonche’ al riconoscimento della qualifica di agente di pubblica sicurezza (numeri 77, 78 e 108, allegato 1 della legge n. 59/1997 e numeri 18, 19, 20 e 35, allegato 1 della legge n. 50/1999)

Regolamento comunale polizia amministrativa

RD 18 giugno 1931 n. 773 T.U.L.P.S.

R.D. 6 maggio 1940 n. 635 Regolamento per l’esecuzione del Testo Unico 18 giugno 1931, n. 773 delle Leggi di Pubblica Sicurezza