Attività  esclusiva o prevalente di pubblico trattenimento – Richiesta di licenza artt. 68 – 80 del TULPS 773/1931

Per locali di pubblico trattenimento si intendono: discoteche, sale da ballo e locali notturni.

Requisiti soggettivi:
– possesso dei requisiti morali previsti dagli artt. 11 e 12 del R.D. n. 773/1931;
– assenza di pregiudiziali ai sensi della legge antimafia.

Requisiti oggettivi:
– agibilità dei locali ai sensi dell’art. 80 del T.U.L.P.S. n. 773/1931 e s.m.i. rilasciata dalla Commissione Comunale di Vigilanza dei locali di pubblico spettacolo, sino a 1.500 utenti (se superiori, dalla Commissione Provinciale di Vigilanza dei locali di pubblico spettacolo), che attesti le condizioni generali di sicurezza dei locali dove si svolge l’attività, verificate sulla base dell’esame di un progetto e del successivo sopralluogo;
– certificato di prevenzione incendi (CPI) rilasciato dal Comando Provinciale Vigili del Fuoco per locali di pubblico spettacolo con capienza superiore a 100 persone, ovvero certificazione rilasciata da ingegnere iscritto all’apposito albo regionale;
– relazione previsionale d’impatto acustico, redatta da tecnico abilitato competente in acustica ambientale secondo quanto disposto dalla D.G.R. n. VII/8313/2002 e dall’allegato tecnico – Modalità e criteri tecnici di redazione della documentazione di previsione di impatto acustico e di valutazione revisionale del clima acustico (articolo 5, comma 4).

N.B.: l’attività accessoria di somministrazione di alimenti e bevande svolta congiuntamente ad attività di trattenimento, in sale da ballo, locali notturni, stabilimenti balneari, impianti sportivi e altri esercizi similari, così come previsto dall’art. 68 comma 4 della L.R. n. 6 del 2 febbraio 2010, è sottoposta a S.C.I.A. da rendersi ai sensi e per gli effetti della L. 122/2010 e con le modalità descritte nella Scheda Prodotto collegata alla presente.

L’apertura di un’attività di pubblico trattenimento è soggetta a licenza. Di seguito la documentazione da inoltrare in triplice copia:

– modulo comunale richiesta licenza per attività esclusiva o prevalente di pubblico trattenimento allegato alla presente scheda;

– n. 1 marca da bollo da € 16,00;

– copia del documento d’identità in corso di validità del richiedente. Se cittadino extracomunitario produrre anche copia del permesso di soggiorno;

– documentazione attestante la disponibilità dei locali ove s’intende avviare l’attività;

– planimetria dei locali desunta dalla pratica edilizia più recente depositata in Comune;

– autocertificazione dei requisiti urbanistico-edilizi da rendere mediante l’apposito modello allegato alla presente scheda e/o estremi del certificato di agibilità compatibele per l’uso dei locali per attività di trattenimento;

– Dichiarazione del numero massimo di persone ammissibili all’interno dei locali;

– Certificato di prevenzione incendi (CPI) rilasciato dal Comando Provinciale Vigili del Fuoco per locali di pubblico spettacolo con capienza superiore a 100 persone e/o dichiarazione resa da Ingegnere iscritto all’apposito albo regionale se la capienza del locale è sino a 200 persone;

– planimetria che identifica l’area destinata a parcheggio che evidenzi i posti auto e loro numero, con estratto di mappa, che soddisfi il rapporto previsto dal vigente P.R.G. per un’attività di trattenimento;

– valutazione previsionale d’impatto acustico firmata da tecnico competente in acustica ambientale (riconosciuto dalla Regione ai sensi dell’art. 2 ,commi 6 e 7, della Legge n. 447/95) e redatta secondo quanto disposto dalla Deliberazione della Giunta Regionale 8.3.02 n. VII//8313 e dall’allegato tecnico “Modalità e criteri tecnici di redazione della documentazione di previsione di impatto acustico e di valutazione previsionale del clima acustico”;

– comunicazione orari di apertura e chiusura;

 

N.B. Qualora il SUAP ritenga necessario un esame documentale da parte dell’A.R.P.A. (Azienda Regionale Protezione Ambiente), si informa che il predetto Ente richiederà il pagamento di un corrispettivo che sarà indicato nella fattura inviata dall’A.R.P.A stessa.

Il procedimento prevede l’acquisizione di parere da parte della Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo (C.C.V.), sino a 1.500 utenti (se superiori, il parere è reso dalla Commissione Provinciale di Vigilanza).

Acquisito il parere della C.C.V. o C.P.V. il SUAP rilascia o diniega la licenza per l’esercizio dell’attività di pubblico trattenimento.

Corrispettivi Comunali

Struttura: Settore Corpo Polizia Locale e Servizi per la Città –  Servizio SUAP e Protezione Civile e servizi di staff – Ufficio SUAP, commercio e attività economiche
Referente: Daniela Piffaretti
Telefono: 02 91004 318
E-mail: suap@comune.paderno-dugnano.mi.it

Orario: da lunedì a venerdì: 8.15 – 12.15