Richiedere l’approvazione della proposta preliminare di piano attuativo di iniziativa privata

La richiesta di valutazione della proposta preliminare di Piano Attuativo può essere presentata da parte del proprietario delle aree o da altro soggetto avente titolo.

La richiesta di valutazione della proposta preliminare di Piano Attuativo, unitamente a tutta la documentazione (allegati e/o dichiarazioni), viene presentata al Protocollo Generale dell’ente.

La proposta di piano attuativo d’iniziativa privata prevede la facoltà di inoltrare una proposta preliminare che si concluda in 30 giorni. Tale proposta viene preventivamente esaminata dalla Giunta Comunale che si esprime circa le opere previste nell’ambito. Una volta ottenuto il parere positivo della Giunta Comunale l’operatore proponente può inoltrare la proposta del Piano Attuativo.

L’approvazione del Piano Attuativo avvienre secondo le modalità indicate all’art. 14 della LR 12 del 2005 e s.m.i.

A seguito della firma della convenzione urbanistica connessa all’attuazione del Piano Attuativo può essere presentata istanza edilizia (Permesso di Costruire e/o SCIA) per la realizzazione delle opere.

Come da tabella Corrispettivi_Servizi_Comunali
PG_16

Struttura: Governo e Opere per il Territorio e l’Ambiente –  Pianificazione Urbanistica

Referente: Alessandra Fini
Telefono: 02 91004 354
Segreteria: Rosanna Metta
Telefono: 02 91004 460
E-mail: urbanistica@comune.paderno-dugnano.mi.it

Orario: da lunedì a venerdì: 8.15 – 12.15
lunedì, martedì e giovedì: 16.45 – 17.45
Ricevimento tecnici: lunedì, martedì e giovedì dalle 16.45 alle 17.45
venerdì 8.15 – 12.15

  • istanza preliminare P.A
  • Indicazione del nuovo peso insediativo previsto nella proposta di piano attuativo
  • Documentazione fotografica dell’area o immobile oltre al contesto di riferimento
  • Generalità e qualificazione tecnica del progettista, con indicazione dell’ordine o del Consiglio di appartenenza e i dati dell’iscrizione
  • Codice fiscale del richiedente
  • Generalità del proponente
  • Luogo e data di presentazione della proposta che deve essere sottoscritta dal richiedente e dal progettista
  • Indicazione di eventuali contenuti dell’istanza volti a proporre l’attuazione di edilizia residenziale agevolata
  • Indicazioni circa la titolarità di beneficiare di eventuali contributi o finanziamenti pubblici (indicare soggetto erogatore ed entità del finanziamento)
  • Dati tecnici inerenti eventuali opere e/o infrastrutture di pubblico interesse da eseguire direttamente a cura ed eventuale spesa (oppure a scomputo oneri di urbanizzazione) dai soggetti attuatori dell’intervento
  • Dati tecnici inerenti eventuali aree o immobili oggetto di cessione gratuita al Comune e/o monetizzazione
  • Schemi e relazioni relativi agli allacci alle principali reti tecnologiche e alla necessità di eventuali potenziamenti degli stessi
  • Qualificazione e documentazione idonea a illustrare l’eventuale richiesta di contestuale variante urbanistica
  • Relazione tecnico-descrittiva
  • Elaborati grafici di progetto
  • Dichiarazione e/o documentazione comprovante la titolarità del richiedente
  • Estratti catastali e stralci dell’azzonamento del PRG relativi all’area e agli immobili con indicazione della zona urbanistica
  • Schema di convenzione urbanistica