Somministrazione di alimenti e bevande (bar, ristoranti, trattorie) – Avviare per trasferimento in altri locali l’attività

Essere titolare di autorizzazione per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Il trasferimento dell’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande è sottoposto all’ottenimento di autorizzazione amministrativa.

Il D.Lgs. 26 Marzo 2010 n. 59, ha semplificato la procedure per l’avvio, il trasferimento delle attività produttive, commerciali, di servizio; per effetto dell’art. 64 le attività di somministrazione di alimenti e bevande sono soggette a SCIA con avvio immediato della stessa, purchè siano trasferite all’interno della medesima zona/quartiere comunale.

Qualora il trasferimento sia in locali appartenenti a zona diversa, la procedura è quella ordinaria ovvero inoltro di richiesta di ottenimento di autorizzazione (es. trasferimento da Dugnano a Paderno – da Palazzolo a Cassina Amata o da una zona di cui all’art. 61 delle N.T.A. o all’art. 68 comma 4 L.R. 6/2010 a zona diversa non compresa in detti articoli) per maggiori precisazioni consultare la pagina di presentazione SUAP nella specifica parte riservata agli esercizi di somministrazione.

Per iniziare l’attivita’ nei nuovi locali, e’ necessario richiedere ed ottenere il nuovo titolo autorizzatorio commerciale ed essere in regola con le vigenti norme, prescrizioni e autorizzazioni in materia edilizia, urbanistica ed igienico-sanitaria, nonché con le disposizioni sulla destinazione d’uso dei locali e degli edifici, prevenzione incendi e sicurezza (questi ultimi se richiesti).

Per attestare tale conformita’ e avviare l’esercizio nei nuovi locali e’ necessario presentare i seguenti documenti:

  • Modello Comunale;
  • Planimetria dei locali, in scala non inferiore a 1:100, con l’indicazione della superficie totale del locale e di quella destinata all’attivita’ di somministrazione in metri quadrati, debitamente sottoscritta da tecnico abilitato; dalle planimetrie relative allo stato di fatto o al progetto, dovranno essere deducibili i requisiti di sorvegliabilita’ dell’esercizio ai sensi del D.M. 17 dicembre 1992 n. 564;
  • Autocertificazione dei requisiti urbanistico edilizi da rendersi mediante l’apposito modello allegato alla presente scheda, certificato di agibilita’ dei locali o estremi della stessa ovvero autodichiarazione di agibilita’ dei locali, ai sensi della L.R. 1/2007 firmata da tecnico abilitato, in formato pdf.. I locali oggetto dell’attivita’ devono avere destinazione d’uso conforme e compatibile all’esercizio dell’attivita’. Devono gia’ possedere agibilita’ edilizia per uso commerciale o uso compatibile all’attivita’ di somministrazione di alimenti e bevande;
  • Certificato di Prevenzione Incendi in tutti i casi previsti dalla legge o copia dell’istanza inoltrata al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco;
  • Certificazione o autocertificazione della disponibilita’ di parcheggi;
  • Relazione previsionale di impatto acustico a firma di tecnico abilitato redatta in osservanza del vigente Regolamento Comunale sulla Classificazione Acustica;
  • Documentazione idonea a comprovare la disponibilita’ del locale nel quale si intende trasferire l’attivita’ di somministrazione di alimenti e bevande;
  • Fotocopia del documento di identita’.
  • (**) SCIA di attivazione dell’attivita’ di somministrazione di alimenti e bevande da inoltrarsi per mezzo del link COMUNICA, la stessa autocertifica altresi’ i requisiti igienico-sanitari ai sensi della L.R. 33/2009;
  • (**) Ricevuta di versamento di Euro 35,00, ccp n. 41078205 intestato a ASL della Provincia di Milano n.1 via Al Donatore di Sangue n.50 20013 Magenta. Oppure il versamento puo’ essere effettuato tramite Bonifico Bancario intestato a: ASL Provincia di Milano 1 via Al Donatore di Sangue n. 50 20031 Magenta IBAN: IT06B0558433321000000015104. Nella causale idicare: Centro di Costo (CDC) SIAN 3400 – notifica di inizio attivita’ alimentare.

La documentazione evidenziata con (**) deve essere inoltrata al SUAP obbligatoriamente preventivamente all’attivazione dell’esercizio.

L’attività può iniziare successivamente alla comunicazione da parte del SUAP dell’esito positivo ovvero rilascio dell’autorizzazione che sarà comunicato entro e non oltre 45 giorni.

Corrispettivi Servizi Comunali.

Struttura: Settore Corpo Polizia Locale e Servizi per la Città –  Servizio SUAP e Protezione Civile e servizi di staff – Ufficio SUAP, commercio e attività economiche
Referente: Daniela Piffaretti
Telefono: 02 91004 318
E-mail: suap@comune.paderno-dugnano.mi.it

Orario: da lunedì a venerdì: 8.15 – 12.15