Piano di Governo del Territorio

ultimo aggiornamento: 19 marzo 2021

P.G.T.: approvato con delibera di C.C. n. 32 del 13.06.2013 (pubblicato sul BURL n. 30 del 24.07.2013)

P.G.T.: approvazione rettifiche errori materiali sugli atti costituenti il PGT, delibera di C.C. n. 58 del 28.10.2014 (pubblicato su BURL n. 49 del 03.12.2014)

P.G.T.: approvazione variante puntuale n. 1 al Piano delle Regole e al Piano dei Servizi del PGT vigente, delibera di C.C. n. 21 del 09.05.2016 (pubblicato sul BURL n. 23 del 08.06.2016)

P.G.T.: approvazione rettifiche errori materiali sugli atti costituenti il PGT, delibera di C.C. n. 6 del 21.02.2017 (pubblicato su BURL n. 15 del  12.4.2017)

P.G.T.: approvazione dell’ambito residenziale di completamento del tessuto esistente denominato Re3 in variante al Piano delle Regole e al Piano dei Servizi del PGT vigente,  delibera di C.C. n. 23 del 09.05.2018 (pubblicato su BURL n. 25 del 20.6.2018)

Documento di Piano: proroga dei termini della validità – la cui scadenza è prevista per il 24.07.2018 – di 12 mesi successivi all’adeguamento della pianificazione metropolitana, delibera di C.C. n. 22 del 09.05.2018 (pubblicato sul BURL n. 27 del 4.7.2018)

P.G.T.: approvazione variante n. 3 al Piano delle Regole e al Piano dei Servizi del PGT vigente per recepimento del progetto di riqualificazione della metrotranvia Milano-Limbiate – tracciato 1^ lotto funzionale, per la parte ricadente nel territorio di Paderno Dugnano, delibera di C.C. n. 71 del 17.12.2020 (pubblicato su BURL n. 3 del 20.1.2021)

Nelle FAQ aggiornate al mese di febbraio 2019, si trovano le risposte alle “domande più frequenti” ricevute dall’ufficio.

Per un approfondimento sul tema del Registro delle cessioni dei diritti edificatori, consultare la pagina dedicata:

Registro delle cessioni diritti edificatori

Si produce, inoltre, la mappa aggiornata ad aprile 2019 relativa alle aree acquisite al patrimonio comunale, in via di acquisizione e/o con procedimenti avviati per la formazione di servizi del verde pubblico. Il dato è riferito all’attuazione del PGT nel mandato del Sindaco anni 2014/2019.

Aree acquisite, in via di acquisizione e con procedimenti avviati per la formazione di servizi del verde pubblico – anni 2014/2019

Linee Guida Edilizia Sociale

ultimo aggiornamento: 25 maggio 2018

In questa sezione sono presenti le relazioni del PGT e le Norme di Attuazione.

Il Quadro conoscitivo, ricognitivo e orientativo (QCO) è parte costitutiva sia del Documento di Piano del PGT sia del Rapporto Ambientale della procedura di VAS. Relativamente al Documento di Piano, definisce  il quadro conoscitivo, programmatico e ricognitivo delle scelte di piano; relativamente alla VAS sviluppa l’analisi di contesto per la proposta di Rapporto Ambientale.

Il Quadro Progettuale del PGT (QP) parte dal quadro interpretativo del territorio per sviluppare scenari di trasformazione. Sono individuati gli indirizzi di trasformazione, nonché descritti gli ambiti e i progetti di trasformazione coerentemente alle strategie delineate nel Piano.

Le Norme di Attuazione accomunano gli atti costituenti il PGT e si applicano a qualsiasi intervento che comporti la trasformazione urbanistica ed edilizia su tutto il territorio comunale.


Per un quadro più completo della normativa vigente si prenda visione anche delle norme geologiche e del Regolamento di polizia idraulica  rispettivamente nelle sezioni “Componente geologica, idrogeologica e sismica del Piano di Governo del Territorio” e “Reticolo idrografico minore”

ultimo aggiornamento: 25 gennaio 2021

Il Documento di Piano (DdP) definisce il quadro conoscitivo del territorio comunale, risultante dagli aspetti socio-economici e culturali, dai caratteri fisici del territorio, dalle trasformazioni avvenute. Esplicita le strategie e gli obiettivi necessari per uno sviluppo economico e sociale, nel rispetto delle risorse ambientali, paesaggistiche e culturali. Ha validità quinquennale e non ha effetti sul regime giuridico dei suoli.

E’ accompagnato dalla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS), che promuove lo sviluppo sostenibile ed assicura azioni di comunicazione, pubblicizzazione e partecipazione attiva dei cittadini al processo urbanistico.

 

ultimo aggiornamento: 9 dicembre 2014

Il Piano delle Regole (PdR) è lo strumento di controllo della qualità urbana e territoriale, riguarda sia le parti del territorio urbanizzato (ad eccezione degli ambiti di trasformazione), sia le parti di territorio non urbanizzato perché destinate all’agricoltura o non soggetti a trasformazione. Concorre al perseguimento degli obiettivi del Documento di Piano per un coerente disegno della pianificazione ed una migliore qualità paesaggistica dell’insieme.

In coordinamento con il Piano dei Servizi, disciplina sotto l’aspetto insediativo, tipologico e morfologico, anche le aree e gli edifici destinati a servizi, per garantire l’integrazione tra le diverse parti del tessuto edificato ed il territorio rurale. Non ha termini di validità ed ha effetti sul regime giuridico dei suoli.

La Valutazione Ambientale Strategica precede ed accompagna la definizione del PGT, di cui è parte integrante. Essa promuove lo sviluppo sostenibile ed un elevato livello di protezione dell’ambiente, valutando la situazione ambientale delle aree oggetto degli interventi, le disposizioni volte a garantire il rispetto della normativa in materia di ambiente, i criteri e le modalità per l’integrazione delle tematiche ambientali nei diversi settori di intervento.

La componente geologica, idrogeologica e sismica del Piano di Governo del Territorio è rappresentata da uno studio, redatto in conformità ai criteri formulati con DGR n. 2616/2011, c ontenente: la definizione dell’assetto geologico, idrogeologico e sismico comunale sulla base dei criteri ed indirizzi emanati dalla Giunta regionale, il recepimento e la verifica di coerenza con gli indirizzi e le prescrizioni del PTCP e del piano di bacino, l’individuazione delle aree a pericolosità e vulnerabilità geologica, idrogeologica e sismica, nonché le norme e le prescrizioni a cui le medesime aree sono assoggettate.

Il Documento di Polizia Idraulica, redatto ai sensi della d.g.r. 25 ottobre 2012 n. IX/4287, contiene l’individuazione del reticolo idrografico superficiale presente nel territorio di Paderno Dugnano e la delimitazione delle relative fasce di rispetto e le norme finalizzate a regolamentarne l’attività di polizia idraulica.

A seguito di espressione del parere tecnico vincolante da parte della Sede Territoriale Regionale competente (STER), il Documento di Polizia Idraulica è recepito nel Piano di Governo del Territorio.

L’elaborato tecnico RIR (ERIR) costituisce lo strumento propedeutico alle scelte di programmazione e pianificazione urbanistica, atto ad individuare e disciplinare le aree caratterizzate dalla presenza di “stabilimenti a rischio di incidente rilevante” verificando la loro compatibilità territoriale, intesa come il rispetto delle condizioni di sicurezza in relazione alle distanze tra stabilimenti ed elementi territoriali ed ambientali vulnerabili.

Il Piano Urbano Generale dei Servizi nel Sottosuolo (P.U.G.S.S.) integra, quale specificazione settoriale, il Piano dei Servizi e si inserisce tra gli atti del Piano di Governo del Territorio.