Alloggi ex legge 167, nuovi calcoli per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà

Nuova procedura e nuove modalità di calcolo per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà degli alloggi realizzati ai sensi della ex legge 167/72.

Il Consiglio Comunale ha preso atto, con voto unanime, delle modifiche introdotte dalla Legge sulle Semplificazioni e approvato le modalità di rateizzazione degli importi dovuti per i cittadini che ne faranno richiesta.

La nuova legge stabilisce che le somme per il ‘riscatto’ non potranno superare i 5.000 euro per singolo corrispettivo per alloggi e pertinenze la cui superficie catastale residenziale è inferiore ai 125 mq e 10.000 euro per alloggi e pertinenze superiori a 125 mq.

A queste cifre si aggiungerà il corrispettivo dovuto per la ‘rimozione’ dei vincoli originariamente sottoscritti. Si avrà anche la possibilità di rateizzare l’importo calcolato dal Comune secondo le seguenti modalità:

  • 1° rata (entro 30 gg. dal ricevimento della proposta di trasformazione e rimozione di vincoli) pari al 25% della quota totale dovuta (con obbligo di fidejussione per la quota del 75% restante a saldo);
  • 2° rata pari al 25% entro 6 mesi dalla data di versamento della 1° rata;
  • 3° rata pari al 25% entro 12 mesi dalla data di versamento della 1° rata;
  • 4° rata, a saldo, pari al restante 25% entro 18 mesi dalla data di versamento della 1° rata.

Sul sito comunale è stata pubblicata una modulistica, aggiornata rispetto alle novità normative, che potrà essere utilizzata dai cittadini che vorranno richiedere la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà dei propri alloggi.

Ringrazio tutti i gruppi consiliari che hanno votato all’unanimità la delibera che consentirà agli uffici di avviare le nuove procedure e soprattutto applicare le nuove modalità di calcolo e di rateizzazione.

Novità che di fatto consentono ai cittadini di poter divenire pienamente proprietari delle loro case a costi sicuramente più vantaggiosi rispetto a quanto previsto dalle norme precedenti – commenta il Sindaco Ezio Casati –

Sono più di due mila gli alloggi nella nostra città che potranno essere interessati a cogliere questa nuova opportunità e cercheremo di dare risposte più celeri possibili tenendo conto, comunque, del numero di istanze che perverranno”.

Leggi il comunicato stampa