Impianti Termici

Risparmio e sicurezza con la caldaia controllata

Campagna d’ispezione relativa alla verifica degli impianti termici presenti sul territorio “Scaldiamoci in sicurezza”


Gli impianti di riscaldamento rappresentano una delle maggiori fonti di inquinamento ambientale. Il loro cattivo funzionamento può comportare un notevole dispendio energetico ed economico. A questo proposito la normativa impone il controllo e la manutenzione degli impianti termici, con l’obiettivo di contenere il consumo di energia, ridurre l’inquinamento ambientale e aumentarne la sicurezza.

⇒ Risparmio energetico: la migliore efficienza dell’impianto ottenuta con la corretta manutenzione permette di ridurre le quantità di combustibile bruciato a parità di calore prodotto.

⇒ Risparmio economico: minor combustibile utilizzato vuol dire minori spese di riscaldamento.

⇒ Sicurezza impiantistica: gli impianti manutenuti regolarmente garantiscono un elevato livello di sicurezza in particolare contro i rischi di intossicazione da monossido di carbonio, esplosione, incendio.

⇒ Salvaguardia ambientale: una combustione efficiente riduce le emissioni di sostanze inquinanti nell’aria, questo si traduce in un miglioramento della qualità dell’aria che respiriamo

Manutenzione

La manutenzione della caldaia deve essere eseguita da personale specializzato in possesso dei requisiti necessari secondo quanto stabilito dal D.M. 37/08 ex- L. 46/90.
In assenza di istruzioni tecniche da parte dell’impresa installatrice o del costruttore dell’impianto, nel rispetto delle normative UNI e CEI le operazioni di manutenzione previste per l’efficienza energetica, secondo le Disposizioni della Regione Lombardia n. XI/3502 del 5 agosto 2020 devono essere eseguite almeno secondo le scadenze riportate nella tabella allegata in fondo alla pagina.

Per saperne di più su:

Tabella frequenza manutenzioni

Decreto regionale 5 agosto 2020 n.X/3502

Targatura degli impianti termici